I Giovani della CGIL verso lo Sciopero Generale. X me, X noi, X tutti!

I Giovani della CGIL si preparano allo Sciopero Generale del 12 dicembre rilanciando la campagna Xtuttiattraverso numerose iniziative che in questi giorni si stanno svolgendo in tutta Italia.La nuova campagna dei giovani della CGIL, lanciata in occasione della manifestazione nazionale del 25 ottobre, nasce per offrire, come spiegato da Andrea Brunetti, Responsabile delle Politiche Giovanili della CGIL “uno strumento di condivisione di esperienze di lavoro e per denunciare condizioni lavorative non dignitose, oltre a raccogliere esperienze dirette del sindacato, fatte in questi anni per dare voce al vasto mondo del precariato”. Il 12 dicembre, ha proseguito il giovane dirigente sindacale “sarà ‎Sciopero Generale‬ contro il jobs act che riduce i diritti, nonostante ‪#‎lesupercazzole‬ del governo che dice di estenderli e contro la legge di (in)stabilità che impoverisce il paese. Il nostro sciopero generale sarà ‪#‎Xtutti‬, precari, atipici, partite Iva, stagisti, lavoratori in nero. X tutti i ricattati, i senza diritti e anche per i disoccupati”.

I giovani della CGIL chiedono quindi una riforma del lavoro che semplifichi le regole senza togliere diritti, una vera estensione delle tutele a partire dagli ammortizzatori sociali che devono essere X tutti e il diritto a godere della propria maternità e paternità con retribuzione e tutele garantite. Chiedono infine regole nuove perché tutte le forme di lavoro siano rappresentate e sopratutto chiediamo lavoro, lavoro vero, lavoro di qualità.