Partite Iva

Chiediamo l’estensione reale di diritti e tutele anche alle Partite Iva che hanno bisogno di ammortizzatori sociali e welfare al pari di tutti gli altri. Il mondo del lavoro è cambiato e il popolo delle Partite Iva, pur differenziato al suo interno, ne rappresenta uno degli esempi più lampanti.

Chiediamo un forte contrasto alla false partite Iva (revisione della Fornero) e contemporaneamente strumenti adeguati a sostenere i veri lavoratori autonomi. Per questi ultimi chiediamo un ammortizzatore che integri gli anni di reddito basso con l’ erogazione di un sostegno che permetta di far fronte alle difficoltà, ai cali di commesse, alla mancata riscossione dei crediti. Chiediamo inoltre che la maternità diventi uno strumento flessibile e realmente fruibile e di estendere tale diritto anche ai padri. E poi vogliamo una contribuzione equa: l’aumento della contribuzione prevista dalla legge Fornero 92/12 deve essere condizionata all’introduzione di compensi minimi legati alla contrattazione collettiva e all’aumento del 4% di rivalsa nei confronti dei committenti.