Stessa disoccupazione, stessi diritti

La crisi ha trasformato la precarietà in povertà. Chiediamo un sussidio di disoccupazione universale X tutti i lavoratori, i nuovi assunti, e i precari a prescindere dalla forma contrattuale.

E poi vogliamo servizi e politiche attive in grado di fornire un aiuto concreto a coloro che cercano lavoro per la prima volta, coloro che lo hanno perso, coloro che sono in cassa integrazione o in mobilità.

Il ritardo di 10 mesi sull’attuazione della Garanzia Giovani dimostra che se non si investe nel rilancio dei servizi pubblici all’impiego tutto il resto sono parole vuote riempite di stage truffa, formazione inutile, e risorse sprecate. E anche se i bisogni sono sempre più diversi, la disoccupazione è la stessa. Chiediamo quindi strumenti nuovi, perché tutti abbiano gli stessi diritti.

Vogliamo continuità di reddito X tutti!