Verso il 25 ottobre

notinmyname

#renzinotinmyname la campagna dei giovani della CGIL Sicilia

Il 25 Ottobre saremo tutti a Roma a Piazza San Giovanni perché crediamo che la precarietà non si cancella togliendo diritti, per il Lavoro, la Dignità e l’Uguaglianza. Per dire che per creare Lavoro non serve cambiare continuamente le regole, ma sono necessari investimenti

Aggiornamenti sulle iniziative sul profilo fb https://www.facebook.com/nonpiu.sicilia?fref=ts

 

#martachallenge

La FILCAMS CGIL invita a ‘spogliarsi dell’ideologia per vestirsi di diritti’

Il tono scanzonato dei video non inganni. Le storie di queste ragazze e di questi ragazzi sono vere, sono quelle che ogni giorno il sindacato incrocia nella sua attività di tutela e di contrattazione. Storie reali che raccontano di condizioni di lavoro difficili, spesso drammatiche e di tanta precarietà diffusa che non consente alcun progetto di vita.

per approfondire / guarda i video

 

Appello della Consulta delle Professioni CGIL

Il superamento della frammentazione del mondo del lavoro si attua riconoscendo a tutti i lavoratori e lavoratrici i diritti e le tutele universali, anche a coloro che hanno un contratto di lavoro autonomo. Tutela della maternità, della malattia e dell’infortunio, diritto al riposo, diritto all’equo compenso, è la strada per definire un mercato del lavoro unico per un lavoro qualificato e dignitoso.

Il testo completo dell’appello

I ‘fantasmi rossi’ della Cgil agitano piazza San Ferdinando a Bari

Incappucciati come fantasmi. Sono i precari pugliesi che hanno indossato delle maschere in piazza San Ferdinando a Bari, in occasione della iniziativa “Fantasmi rossi”, mobilitazione della Cgil Puglia contro il precariato e per la salvaguardia dei diritti dei lavoratori. Il sindacato si batte da anni per stabilizzare i lavoratori precari, quelli con contratto di collaborazione e quelli somministrati. Con loro anche gli ex dipendenti Eutelia

Qui la galleria di foto

A Roma apparsi striscioni all’alba per manifestazione #25ott  striscioni roma

Il JOBS ACT non è nelle nostre corde – il jobs act si è fermato a centocelle – la vera stabilità più fondi all’università, questo recitano tre striscioni apparsi nelle prime ore della giornata di oggi, a Roma e precisamente a Piramide Cestia, al cantiere Metro San Giovanni e al ponte Settimia Spizzichino a Garbatella.

Questi titoli raccontano che quanto sta accadendo nella realtà quotidiana, va in direzione esattamente contraria a quanto annunciato dal governo Renzi: nessun investimento sull’università e la ricerca, libertà indiscriminata di licenziamento come nel caso della vertenza aperta del teatro dell’opera, tagli continui alla cultura, alla sanità e nessuna risposta contro il meccanismo vizioso degli appalti e la mancanza di certezza negli investimenti come nel caso della metro C.

#pensacheanoi (CGIL Firenze)

Roma Calling (CGIL Catania)

Tanti buoni motivi per essere in piazza il 25 ottobre.

A Firenze la Cgil decide di raccogliere in tre aree delle città (zona ospedale di Careggi, Novoli e in piazza della Repubblica) i volti e le motivazioni che spingono i lavoratori sabato a Roma: “Lavoro, dignità, uguaglianza per cambiare l’Italia”.

Le immagini

 

#25 ott studentesse e studenti in piazza

Le studentesse e gli studenti italiani il 25 ottobre scenderanno in piazza con le lavoratrici e i lavoratori per dire che non possono più permettersi un Paese che taglia loro il futuro.

 

22 ottobre – Catanzaro Lido

Incontro dibattito

incontro_cgil-catanzaro